Iscrizione entro il 02.11.2022

Data congresso:
04.11.2022

Sede congressuale:
Sala conferenze Ospedale di San Bonifacio
Via Circonvallazione 1
 
San Bonifacio (VR)

ECM:
Sono stati assegnati n. 5 crediti ECM. L'ottenimento dei crediti è subordinato alla partecipazione all'intera durata dei lavori

Professioni e discipline valide per crediti ECM:
Medico chirurgo - Geriatria
Medico chirurgo - Medicina fisica e riabilitazione
Medico chirurgo - Medicina interna
Medico chirurgo - Neurologia
Medico chirurgo - Medicina generale (medici di famiglia)
Fisioterapista - Fisioterapista
Infermiere - Infermiere
Tecnico di neurofidiopatologia - Tecnico di neurofisiopatologia

Responsabili scientifici:
Dr.ssa Mara Bottanelli, UOC di Neurologia, Ospedale di San Bonifacio (VR), AULSS 9 Scaligera

Con il contributo incondizionato di:
MERZ

Segreteria scientifica:
Dr.ssa Mara Bottanelli, UOC di Neurologia, Ospedale di San Bonifacio (VR), AULSS 9 Scaligera

Posti disponibili:
Limitato ai primi 50 iscritti

Quota di iscrizione:
L'evento è gratuito e limitato ai primi 50 partecipanti

ISCRIVITI, posti disponibili

Razionale:
La terapia con tossina botulinica è uno strumento di cura efficace in diversi disturbi neurologici da circa 30 anni. In Italia le indicazioni terapeutiche per la tossina botulinica sono molteplici, dalla spasticità post stroke alla distonia cervicale, dal blefarospasmo all’emispasmo facciale, dall’emicrania cronica all’iperidrosi e ai disturbi urinari da iperattività detrusoriale. Dal 2019 è stata approvata una nuova indicazione per il trattamento con tossina botulinica: la scialorrea.In questo corso tratteremo i più comuni disturbi in ambito cranio-cervicale per cui viene utilizzato il trattamento con tossina botulinica. In particolare verranno considerate le forme di distonia più comuni come la distonia cervicale e il blefarospamo, e disturbi funzionali come l’emispasmo facciale. Verranno trattate anche forme più rare di distonia come quella laringea nonché disturbi in cui il trattamento con tossina botulinica potrebbe avere un impiego futuro come la disfagia. Si parlerà inoltre di scialorrea come nuova indicazione terapeutica e delle modalità di infiltrazione eco-guidata. La trattazione verrà arricchita da video e casistiche dei relatori.